Conclusa la stagione del CSI Treviso

Dal presidente Lelio Raffaelli:

Care amiche e cari amici del CSI Treviso,

stiamo vivendo un periodo davvero difficile della nostra storia personale, sociale ed anche associativa.

Il giorno in cui l’incubo COVID-19 ha fatto irruzione nelle nostre vite, era la vigilia di una domenica in cui la nostra provincia avrebbe dovuto ospitare una manifestazione nazionale di dodgeball, una regionale di atletica leggera ed una regionale di tennistavolo. Ricordo ancora la difficoltà di arrivare a delle decisioni dolorose, con tutti i dubbi sull’effettiva necessità di tali scelte.

Oggi, a distanza di più di due mesi da quel sabato, ci troviamo nelle condizioni di dover comunicare una decisione che, sebbene altrettanto dolorosa, è oramai inevitabile e purtroppo sommessamente attesa: il comitato provinciale del CSI Treviso dichiara ufficialmente concluse le attività sportive per il corrente anno 2019/2020. Le decisioni prese per i vari campionati in corso saranno annunciate tramite i comunicati ufficiali delle varie commissioni tecniche.

Non avrei mai pensato, solo pochi mesi fa, di dover prendere una decisione del genere, ma la tutela della salute dei nostri tesserati vale molto di più di qualunque altra cosa.

Dichiarare le attività sportive concluse però non significa dichiarare terminata l’attività del comitato. Riteniamo infatti che questo periodo debba essere utilizzato per pianificare, sebbene nella massima incertezza che contraddistingue questi giorni, il CSI e l’attività sportiva in generale del domani. A tale proposito stiamo predisponendo una serie di incontri virtuali tra comitato e società, allo scopo di vederci, chiacchierare, confrontarci, scambiarci consigli ed ascoltare richieste.

Nella speranza che la ripartenza possa essere il più possibile vicina a noi, saluto caramente tutti gli amici del CSI Treviso. Ad maiora semper!

Lelio Raffaelli

Presidente CSI Treviso